La Bellezza grande e speciale della nostra Italia
motivi ispiratori

CERCHI BELLEZZA? IN ITALIA È SPECIALE!

Ho cominciato a considerare il patrimonio italiano come Bellezza grazie a un fotografo con cui ero in contatto anni fa. Il suo era un pensiero avveniristico, accompagnato, come sempre purtroppo, da commenti sullo scettico.

Invece no: il concetto ha preso campo, e di bello adesso si parla ovunque, borghi o spiagge che siano.

Non solo: la sensazione aumenta man mano che salta alla ribalta tutto quello che c’è in Italia, e non manca di stupire NOI ITALIANI per primi!

Abbiamo un vuoto da colmare.

Bellezza di Bergamo: la Cappella Colleoni
Davanti alla Cappella Colleoni di Bergamo mi chiedo: di questi gioielli abbiamo in Italia??

Ho già detto che per me l’Italia è come una grande città, simile a un quadro in cui tanti dettagli (classici, moderni, naturali, personali) convivono in un’armonia che è difficile da trovare altrove.

Si è portati a pensare alla Bellezza come al bello che piace, ma è riduttivo. Per cominciare è un grande insieme molto vario di unicità, e ci sorprende perché ne abbiamo assorbito un’idea troppo condizionata da canoni estetici.

Infatti da una foto alla versione “live” c’è un ABISSO, e l’effetto che ne deriva è un’esperienza di dare e ricevere che ti rinvigorisce.

La Bellezza ci salverà? Certamente è una via d’uscita potente dall’impoverimento generale e per questo io direi che bisogna proprio lasciare indietro la strada vecchia. Purché siamo disposti a metterci in gioco noi per primi, e torniamo a cercarla.

Bellezza di Trieste: Piazza Unità d'Italia
In Piazza Unità d’Italia a Trieste dimentico le ferite della guerra…

In qualunque modo vogliamo definirla, è certo che la

Bellezza è un tratto DISTINTIVO del nostro paese

un vero e proprio linguaggio emozionale che richiede relazione.

Una volta facevamo i turisti, ora stiamo diventando viaggiatori, e anch’io mi preparo a costruir tendenza in questo senso.

In pochi anni sono passata dalle gite vicino casa a itinerari più complessi, mi sono accorta che ogni volta imparo qualcosa di inedito, che mi porterà a riempire di esperienze sempre nuove questo blog e forse, chissà, non solo il blog…

Vedo Bellezza, mi parla e così tiro fuori nuovi ragionamenti. Questo non è turismo, ma neanche filosofia: è un cambiamento interiore.

Non credo sia questione di nuovo modus lavorandi, se il movimento dei Nomadi Digitali sta crescendo: è in atto un vero e proprio cambio di mentalità.

Mi pare importante. Il lavoro va certamente rivisto come sistema di relazioni, ma ingloba anche tutto quel quadro di elementi armonici a cui accennavo in apertura.

Nella vita tutto è interconnesso.

La Bellezza ci proietta FUORI dalla sfera razionale

Non è puramente visiva, non rientra nella gabbia dei canoni di tendenza, e non è possibile metterla nella scatola dei parametri personali.

Che cosa è o non è bello è un’opinione, non però una decisione: non decido certo io che cosa sia bello o meno… Posso solo sentire che quello che piace a tutti non piace a me. O viceversa.

La Bellezza è parte del Creato, una componente della Vita sulla Terra. Se non esistesse, non credo potremmo definire qualcosa bello…

E noi dobbiamo affinare i sensi per imparare a vederla e ascoltarla, e disfarci di una visione egocentrica incapace di comprendere appieno il VALORE di quello che ci circonda.

Davanti al lungolago di Lecco, che cosa ne penso io non ha importanza… Davanti a quelle montagne i miei canoni personali sono apparsi da subito piccoli piccoli.

Un borgo in foto può apparire grazioso, ma quando ci vai a vivere e scopri che ci si sta anche bene, l’effetto si estende. E la serenità che provi ti porta a pensare a… che cosa?

A una cosa bella!

Firenze lungo il Mugnone
Bellezza verde di Firenze lungo il Mugnone: non sembra un quadro?

Bellezza è Natura: URGE riconciliarsi

e speriamo non sia solo per una questione di emergenza climatica…

Non andiamo a ingarbugliarci con tante filosofie… la Natura è CASA NOSTRA.

Le dobbiamo AMORE. Punto.

Per forza poi ci fa bene inalare un profumo, contemplare un campo di fiori, accarezzare un gatto che ci fa sante fusa… E giustamente proviamo timore lungo un Orrido.

Io non riuscirei mai ad allontanarmi del tutto da un centro abitato, ma cerco sempre più di abitare fianco a fianco con lei.

Brisighella è stato come in una favola, solo che è tutto vero!! Ammetto che di Portofino mi ha attirato la fama, ma una volta arrivata lì, chissen’è più ricordata del jet set?…

Mi sento l’animo appagato per aver potuto ammirare dal vivo angoli unici come il punto d’incontro fra il lago di Como e l’Adda a Lecco, l’idillio del lago di Lugano, centri poco frequentati come Verbania e Ghiffa, sul lago Maggiore.

So già che non riuscirò più a rimanere confinata in una città dell’entroterra, sento il bisogno pressante di uno sbocco sul mare, come a Trieste.

La Natura ci piace perché è VERA. Punto.

Brisighella un borgo da fiaba nella Romagna Faentina
Bellezza dolce di Brisighella, borgo fra i più belli forse perché sembra di essere in una favola

Bellezza in Italia è NOVITÀ continua

Ci sono monumenti che non ci saremmo mai aspettati di trovare, come le Rampe del Poggi a Firenze (che io chiamo cascate), il palazzo “diamantato” di Ferrara, e così via, che ti portano a pensare che “se le cose stanno così, chissà quanto altro ci sarà” (difatti ci fanno anche trasmissioni televisive)…

E poi c’è la meraviglia dell’ingegno.

Pensiamo alla fantasia nell’arredare un locale (tipo trasformare un pentolone in lavandino, o una stalla di pietra in una suite di albergo diffuso in cui tutti poi vogliamo provare a dormire una notte). Pensiamo a chi ricicla confezioni e le trasforma in splendide borse…

La Bellezza emerge anche nei discorsi davanti a un caffè, con un’esperta di caffè che ti racconta in quanti modi si può fare il caffè e quante varietà ne esistono.

Non ci sono quattro cose, ma MILIONI.

dettagli di Domodossola
Bellezza dei piccoli dettagli a Domodossola; in apparenza niente di speciale, eppure mi ha fatto pensare al lavoro dell’uomo in armonia con il contesto

Bellezza è incontrare le PERSONE del luogo

C’eravamo tanto abituati a comprare tutto già fatto che ci siamo scordati che un oggetto o un cibo ha sempre un inizio da qualche abilità manuale.

Che dire, per esempio, sugli artigiani? Rimango sbalordita dalla loro fantasia.

Anni fa, in occasione di un incontro a Firenze, avevo postato questo:

“Essendo nuova in città, associavo fino a quel giorno l’idea di manufatto alla pelletteria , mentre le relatrici hanno voluto raccontarci dell’eredità da loro raccolta, ad indirizzo ben più ampio, e ci hanno portato oggetti da vedere, toccare ed ammirare.

In mezzo alle storie di detentori di arti antiche e sensibilità sempreverdi, ho rotto anch’io l’atmosfera nel suo protocollo silenzioso, e lanciato le manine alla raggiunta del foulard che la signora davanti s’era già messa direttamente al collo.

Ho poi scoperto di essermi seduta proprio a fianco di una futura insegnante che ha imparato una tecnica di intreccio per realizzare collane.

Una capacità recuperata vuol dire recupero della persona.


Poiché non può nascer cosa se non da cosa, una capacità acquisita ne richiama una nuova. Quando si sarà fatta la prima esperienza, si scoprirà che tornare ad imparare qualcosa SI PUO’. Ed è BELLO.


Un dono agli altri, alla città, alla nazione, scaturito da due sole semplici mani. Una gioia.

Ci stà anche un accenno a Michelangelo, all’opera pucciniana, all’unicità di un territorio… tutto si ricollega alla meraviglia dell’essere umano, Michelangelo o Mario che sia, sia stato o sarà.

È una gioia poter dire che quello che ogni giorno scopro supera sempre le mie aspettative.

Potrei mai rimanere in silenzio?”

Museo del Mare di Genova interno - la sezione a ricordo dei nostri emigranti
Ci si sente più vicini alle sfide che dovettero affrontare i nostri emigranti grazie al Museo del Mare Galata di Genova

Bellezza è AVVICINARSI col cuore a chi è passato

Sapevo già che un viaggio tocca i tasti delle emozioni, ma non mi aspettavo di piangere anch’io…

Ho pianto con chi ha pianto un figlio morto a 20 anni (Fogazzaro), pensando ai sacrifici dei nostri emigranti che salivano sul piroscafo (ricostruito negli ambienti essenziali dal Galata di Genova), immaginandomi che tragedia quella di perder quasi tutti i figli (Manzoni), sapendo bene che cosa vuol dire sentirsi in crisi (Verdi).

A Trieste ho sentito come la vitalità del passato possa essere storia che continua, nonostante le ferite lasciate dalla guerra… A Udine la grande tela di un’Ultima Cena rinascimentale mi ha fatto pensare a quanto sia importante interagire

Riflessioni molto personali per cui faccio fatica a trovare le parole giuste, ma che sono realtà del cuore.

Bello è coltivare la Memoria, ricordando persone esempio di coraggio. Emozionante scoprire da zero il nome di un grande del posto che è stato il padre di qualcosa.

A rifletterci suona come un incoraggiamento personale: sii come sei, che l’Italia ne ha bisogno…

Museo di Palazzo Vecchio a Firenze - qui siamo nel Quartiere degli Elementi
Bellezza nascosta di Palazzo Vecchio a Firenze

Bellezza è l’ENTUSIASMO di tornare a imparare

Questa la chiamerei una vera e propria rivoluzione del pensiero, perché nell’aprirsi a tornare a imparare si sperimenta LIBERTÀ. Forte, vero?

Parlo di cultura VIVA, non di voti a scuola… Qualche nome o data bisognerà impararli, ma il piatto forte alla fine è la storia che coinvolge.

E allora perché restare nell’idea stantia che la cultura è gravosa, quando il conoscere è in realtà è uno svago piacevole, costruttivo e stimolante??

Che cosa ci insegnano i vari Dante, Raffaello, Paganini, ecc.?

Che non basta andare a vedere un quadro (poema, brano, ecc.); che c’è di più dietro quel quadro, una personalità con cuore e pensiero, che spesso è stata all’avanguardia.

Diciamo però che tocca a noi fare lo sforzo iniziale di metterci un po’ d’interesse, no?

Riavvicinarci alle arti classiche ci ricorda che siamo esseri VIVI e pensanti.

Ritrovare il credo spirituale nell’arte restituisce Speranza.

Sui musei poi ci ho fatto una categoria apposta, perché per me oramai sono sinonimo di ATTRAZIONE

Il capitolo sulla gita all'Orrido descritta nel romanzo Malombra di Antonio Fogazzaro (fonte: Wikisource)
Gita all’Orrido descritta nel romanzo Malombra di Antonio Fogazzaro (fonte: Wikisource)

Bella è la nostra LINGUA (che si studia perché piace!)

E pensare che per molto tempo io mi sforzavo di parlare altre lingue al meglio, quasi volendo mettere la mia in secondo piano… Vabbè che ero in Spagna e volevo parlare castigliano al top, ci sta…

Ma quando mi sono accortache cominciavo a “spagnolizzare” certi termini, ho provato un germoglio di sofferenza.

Da allora sono passati tanti anni, nel frattempo sono diventata allergica all’abuso di anglicismi, a cui occorre affrettarsi a porre rimedio con la ricerca, laddove possibile (e spesso POSSIBILE È), di terminologie equivalenti.

L’italiano non è una lingua che si annoia: dispone infatti della capacità di sfumatura colorata di uno stesso vocabolo (pensiamo alla differenza sonora fra sciocchezza e sciocchezzuola), cosa difficilissima da rendere in altre lingue perché non di sola parola si tratta ma anche di idea.

Guardiamo alle altre culture con ammirazione… Ma non è che ci siam dimenticati della cultura NOSTRA, la stessa che ha ispirato il Grand Tour??

Io son già TORNATA A LEGGERE, specialmente i romanzi classici; perché sono densi di contenuto, stimolano ad approfondire, intrattengono di più e vi si parla MEGLIO

E in parallelo alla lingua, viene poi

la Bellezza della nostra CANZONE e dell’OPERA, e qui si apre un mondo…

Mi fermo qui, altrimenti per terminare la lettura ci vorrebbero 30 minuti…

Ora aggiungetele voi le vostre correnti in cui trovare Bellezza: street art, architettura, paesaggi, storie, musica…

Non credete anche voi che abbia il DIRITTO di essere cercata?

Patrizia Zampieri

Anche se amo da sempre viaggiare, è l'Italia che ho nel cuore. Scrivo partendo dal racconto di cosa vedo e vivo in prima persona, spesso cercando le tracce di chi lì ha vissuto. Adoro la musica, e nutro grande interesse per l'arte e la natura. Credo in Dio e nella vita.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.